martedì 13 luglio 2010

Mori girl

L'ultima moda giapponese di cui mi ero innamorata era il ghotic lolita, che, per gli eretici che non lo sapessero, riprende in chiave goticheggiante i vestiti vittoriani per bambini e con la lolita nabokoviana non ha NULLA a che fare. Mi piaceva anche lo sweet lolita che è quasi uguale al gothic come foggia di vestiti ma con colori pastello e accessori kawaii -carini/innocenti- per intenderci l'orsetto di pelouche al posto della borsa a forma di bara.
Adesso mi sono presa una cotta per lo stile delle mori girl, che è una novità nell'ambito della moda giapponese. E'nato circa tre anni fa, ma è alla ribalta solo da questo inverno. Le ragazze che aderiscono a questo stile si vestono come se vivessero nella foresta, da cui il nome della moda (mori=foresta). Il che non vuol dire con pelli di animali squartati, ma più o meno con colori natutrali, gonnellone e scialli fatti a mano. Il rischio è l'effetto gonne floreali stile veterofemminista misto nonna e i maglioncini tirolesi (quelli con tante renne felici per intendersi). Da quel che ho capito la loro filosofia è "ah, le vecchie cose genuine di una volta" (le mode giapponesi, anche le più idiote hanno SEMPRE una filosofia, infatti mi sono un po'stufata del lolita dopo l'ennesimo sproloquio su com'erano belli il periodo vittoriano e il barocco), unita ad un'atmosfera un po'fiabesca, ed è quest'ultima che mi piace (fare la contadinazza con gli zoccoli non mi ispira).
Le mori girls erano citate anche in un articolo sull'amore romantico del Marieclaire di aprile: secondo la maligna autrice sono delle fanatiche della verginità, da dare in dono a chi sopporti con loro luuunghe escursioni bucoliche.




Ma vediamo le regole per vestirsi da mori girl :

1) usare bianco, beige e marrone combinati! Sono molto naturali! (domanda: perchè non il verde? e gli elfi silvani chi erano, i primi fessi che passavano da lothlorien?) In realtà pare che vadano anche colori diversi, come il bordeaux, il blu navy, verde scuro...ma se ne vedono meno
2) usare tante sovrapposizioni di vestiti, possibilmente di lunghezze diverse in modo che si vedano tutti (le sovrapposizioni sono un classico della moda giapponese che riporta al periodo classico giapponese, il periodo Heian, da 794 al 1185, in cui le donne si mettevano una fraccata di kimoni sovrapposti di cui ciascuno faceva intravedere il bordo di quello sotto, con complicatissimi giochi di colore)
3) cardigan e gonna lunghi. Lungo sopra+lungo sotto. Una linea a I è molto mori (sè, sei sei una giapponese anoressica, se sei ciccia, sovrapponi e metti tutto lungo poi rischi l'effetto linea a O)
4) la perfezione è una siluhette morbida
5) usare tessuti naturali (tipo tutto cotone)
6) i capelli devono avere un'aria naturale e non l'aria di essere stati faticosamente acconciati apposta. L'ideale sono un caschetto o capelli lunghi morbidamente ondulati in stile gai-jin (cioè straniero specie occidentale: ecco come ci vedono i giapponesi...ma io non ho i capelli così! Aaaah crisi d'identità XD). Le trecce sono un buon modo per rendere più interessanti i propri capelli.
7) le foto delle mori girls per strada mostrano un sacco di tessuto tipo pizzo
8) calzamaglie e calzini sovrapposti sono tipici specie con il giungere dell'inverno (le calzamaglie piacciono colorate da ciò che ho capito, credo su boredeaux e giallo e ho visto molti scaldamuscoli in lana grezza con disegni tirolesi)
9) alle mori girls piacciono orologi da taschino e borsine in pelle
10) scarpe con la punta arrotondata. Pare che vadano molto gli stivaletti, intesi come anfibi e stivali da pioggia e non come stivale sadomaso tacco 13
11) macchina fotografica al collo perchè le mori girl hanno l'hobby della fotografia. Naturalmente meglio se sono analogiche, che sono più genuine
12) accessori di pelliccia (questa non mi piace, spero siano almeno falsi, anche se ho visto ragazze con intere volpi in spalla, bleah!)
13) tessuti a piccoli fiorellini, quadretti o pallini o a motivi raffiguranti animali
14) sciarpone arrotolate più volte attorno al collo
15) ponchos e boleri
16) maniche a palloncino
17) poco trucco, specie una punta di rosa sulle guance e unghie corte
13) apprezzamento per i vestiti etnici. In più la moda mori è influenzata dalla moda scandinava, specie quella tradizionale, quindi il rischio di maglioncini con renne è concreto (per ulteriori informazioni http://morigirl.blogspot.com/).


(immagine tratta da http://apalog.com/street_research/category_2/ un blog giapponese di moda che mi piace molto)

Il mio dilemma adesso è questo: riuscirò a NON comprare chili di roba marrone e a fiorellini che se non mi fossi rimbecillita con la storia delle fatine della foresta non metterei MAI???
Questo stile però presenta dei vantaggi: roba larga che sta bene anche se si ingrassa o si dimagrisce, scarpe comode, aria finto spettinata (di solito io sono vero-spettinata anche con vestiti che esigerebbero una piega curatissima, per cui mi va a pennello XD), mimetizzazione in ambienti boschivi (non si sa mai).

8 commenti:

Muriomu ha detto...

Mi piace approfondire argomenti che non conosco, e da quello che ho visto di te, devo dire che senza dubbio questo stile ti descrive e ti dona. Infatti ti immagino un po' come la ragazza nella prima foto.
Post molto interessante ^_^

Piperita Patty ha detto...

@Muriomu: Grazie!!! Sono commossa ⚈ω⚈
In realtà mi descrive e mi dona anche perchè mi ha influenzato da morire, prima ero praticamente punk, pensa te -.-
La ragazza nella prima foto in realtà un po'mi somiglia davvero (specie ora che mi sono tagliata apposta i capelli come lei *coff coff*)! L'avevo usata un po'come profilo facebook e qualcuno mi ha chiesto se ero io XD Però io ho un naso molto peggiore ^^'

Muriomu ha detto...

Davvero vestivi punk? Che strano, eppure questo stile mi sembra così tuo che non riesco ad immaginarti diversa. Per quanto riguarda il pink lolita mi piace tantissimo per al Kawaiiosità ^^, il ghotic anche è bello e particolare, ma non descrive il mio carattere.
Sono tutti look belli insomma, che amo vedere indosso agli altri, ma che non oso indossare io! XD Perché comunque sono appariscenti, attirano troppo l'attenzione e mi sentirei troppo in imbarazzo >__<

Piperita Patty ha detto...

@Muriomu: wow grazie :D Al liceo avevo i capelli lunghi sui 5 cm ed ero punk per quanto mi permetteva il portafoglio, visto che non avevo nemmeno i soldi per le borchie (che infatti ho comprato all'università) XD
Ho iniziato a cercare uno stile più adattabile quando mi sono accorta che sul lavoro non avrei assolutamente potuto vestirmi punk.
In più negli ultimi anni sono diventata più calma e mi sono un po'stufata di avere un look sempre "arrabbiato".
Io sono un tipo abbastanza appariscente, ma per quanto ami il lolita (dalla stesura di quest'articolo il mio stile preferito è diventato il classic) non lo potrei mai portare perchè:
1) sono vestiti poco pratici
2) costa tantiiiiiissimo
3) bisogna curare ogni particolare e io tendo all'entropia
4) sono vestiti immettibili in un sacco di contesti
Invece sono affascinata dal mori anche perchè è molto più adattabile su questi 4 punti!

Mela ha detto...

Ciao ti ringrazio sui tuoi articoli sul mori, moda che ho conosciuto e apprezzato sempre di più tramite i tuoi articoli. Amo anche il lolita, e sinceramente , per quanto qualcuna possa pensarla come hai scritto tu sopra, io credo che ogni moda si "attacca" al bisogno che una persona ha in quel momento. Si è vero il lolita è una moda che tende alla perfezione e che non ammette la trascuratezza, gli abiti sono portabili quasi in tutti i contesti (eccetto palestra , piscina, estetista e arrampicata montana)è che risultano eccentrici e bisogna avere una buona dose di autostima per non farsi abbattere dalla reazione del "conformato medio" a questa moda. La reazione verso il Mori è più contenuta in quanto al massimo possono catalogarti come sciatta o stramba ma più di tanto non riescono s esprimersi^^ Per i costi, si hai ragione ,un total look Mori (tutto tranne mutande e reggiseno) può costare anche meno di 50 euro (io ieri ho comprato calze ,vestito e coprispalle a 30 euro in totale). Nel lolita i pezzi e i prezzi in gioco sono diversi e alti, ma come tutte le passioni si può investire il tempo per farsi i pezzi base da sè. Le calze si possono trovare nei negozi cittadini, come per gli accessori e le camicie. Le gonne sono molto semplici da fare. Le petticoat ,invero , le ho trovate in un sensual shop, e i vestiti si possono trovare di seconda mano in un range di prezzi che possono partire da 40 euro in su^^ Era giusto per darti la mia opinione^^

Piperita Patty ha detto...

@Mela: quello che dici è assolutamente vero, io ho dovuto semplificare perchè avevo scritto tantissimo e anche per conservare il tono leggero dell'articolo (non potevo partire con una disquisizione seria!). Comunque sento che il lolita, nonostante mi piaccia molto da vedere, è uno stile lontano da me e che non ho voglia di portare. E non perchè sia vistoso, visto che mi segui a questo punto saprai quanto posso essere pacchiana XD
Come dici tu la moda risponde a dei bisogni e io in questo momento non ho bisogno del lolita.

Lady Hawke ha detto...

Bellissimo blog!!

Piperita Patty ha detto...

@Lady Hawke: grazie mille!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...