martedì 2 gennaio 2018

2017 style(bunny)

Anche quest'anno ho deciso di dedicare un post ai miei outfit preferiti dell'anno passato (qui trovate il post del 2015 e qui quello del 2016). L'idea mi è venuta da un post di Amy Townsend di She Might Be a Fairie, che a sua volta si è ispirata a Sary di The Walrus Room. Entrambe hanno raccolto i loro outfit preferiti dell'anno passato, si sono fatte delle domande in proposito e si sono poste degli obbiettivi stilistici per l'anno successivo.
Per il secondo anno di seguito ho fatto molta fatica a scegliere i miei outfit preferiti, quindi suppongo di essere sempre più contenta del mio stile (anche se ovviamente ho avuto dei periodi più sciatti).


Come mi sento riguardo al mio stile del 2017?
Mi piace un sacco! In particolare ho riscoperto i gilet e le magliette a maniche lunghe e ho avuto un debole i look da hobbit/lord inglese di campagna.
Da settembre ho iniziato a lavorare in un ambiente in cui non posso dare libero sfogo alla fantasia, il che è un limite, ma anche uno stimolo a cercare di vestirmi comunque in modo interessante e aggirare le regole attraverso i dettagli.

Cosa dice di me?
Di sicuro mi faccio notare, me l'ha detto la barista al lavoro e ho anche sentito due colleghe ridacchiare per un mio colletto di pizzo gigantesco. Il che non è necessariamente un male! Ho fatto amicizia con un'altra collega perché ha scoperto che sono una fan di Harry Potter attraverso la mia collana giratempo (io la chiamo scrematura alla base).

Ho realizzato i miei obiettivi di stile per il 2017?
Ho realizzato i miei obiettivi per il 2017 continuando con il mio ideale mix di vintage finto-serio, accessori assurdi e stampe bislacche. Ho anche definitivamente fatto pace con i pantaloni, forse troppo.

Quali sono i miei obiettivi di stile per il 2018?
Temo che siano gli stessi del 2015 perché, dopo un buon 2016, l'anno scorso sono tornata sulla cattiva strada: comprare meno vestiti nuovi (e di meno in generale) e creare di più (anche se ho veramente poco tempo...).

***

This year too I decided to dedicate a post to my favorite outfits of the past year (here's the 2015 post and here the 2016 one). The idea came from a post by  Amy Townsend of She Might Be a Fairie, which in turn was inspired by  Sary of The Walrus RoomBoth collected their favorite outfits of the past year, asked themselves some questions about them and wrote stylistic goals for the following year.
For the second year in a row I had a hard time choosing my favorite outfits, so I suppose I'm happier and happier with my style (although obviously I had shabby periods).

How do I feel about my 2017 style?
I like it a lot! In particular, I rediscovered vests and long-sleeved T-shirts and had a soft spot for hobbit/English country gentlemen looks.
From September I started working in an environment where I'm not able to wear all I would like, which is a limitation, but also an incentive to try to dress in an interesting way anyway and bypass the rules through the details.

What does it say about me?
Surely I stand out, as the barmaid at work told me and I even heard two colleagues giggle for one of my gigantic lace collars. Which is not necessarily bad! I made friends with another colleague because she found out I'm a Harry Potter fan through my timeturner necklace (I call it pre-qualifying).

Did I realize my 2017 style goals?
I achieved my goals for 2017 by continuing with my ideal mix of fake-serious vintage, absurd accessories and quirky prints. I also definitely made peace with pants, maybe even too much.

What are my 2018 style goals?
I'm afraid they are the same of 2015 because, after a good 2016, last year I fell back into bad habits: I'd like to buy less new clothes (and less clothes in general) and create more (even if I have really little time...).

2 commenti:

Simona [Ciccola] ha detto...

Buon 2018!

(Il mio preferito è quello di dicembre, adoro quel colletto!)

Piperita Patty ha detto...

Buon anno!
E grazie mille :D Visto? Scrematura alla base!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...