martedì 17 ottobre 2017

Nimona (Noelle Stevenson)

 
"Nimona" è un fumetto di Noelle Stevenson nato nel 2012 come webcomic e poi raccolto in volume nel 2015 dalla HarperCollins. In Italia è stato pubblicato dalla Bao nel 2017. Esiste anche un audiolibro, rilasciato nel 2016. La 20th Century Fox Animation e la Blue Sky Studios hanno comprato i diritti e nel 2020 è prevista l'uscita di un adattamento cinematografico animato.
Il fumetto si svolge in un mondo fantastico che è una sorta di medioevo ipertecnologico.
La protagonista  è Nimona, una giovane il cui più grande desiderio è diventare la spalla di Lord Ballister Blackheart, il supercattivo del regno, combattuto dall'Istituzione, un ente governativo, e in particolare dal bellissimo cavaliere Ambrosius Goldenloin.
Ma niente è come sembra... soprattutto la protagonista, che è una mutaforma.
I personaggi principali hanno psicologie approfondite e in continua evoluzione e in particolare Nimona è un personaggio originale e ben caratterizzato. Fra i personaggi secondari ce n'è qualcuno più piatto, come il capo dell'Istituzione, o meno credibile, come la dottoressa, ma in generale sono tutti ben tratteggiati.
Il fulcro della narrazione sono le relazioni fra i personaggi. Ancora una volta le più interessanti sono quelle fra i tre personaggi principali, che sono estremamente coinvolgenti e affascinanti. E' particolarmente interessante che la protagonista non sia coinvolta in una storia d'amore, ed è abbastanza originale anche l'unica che viene accennata.
Nonostante questo fumetto mi sia piaciuto moltissimo, non si può soprassedere sul suo punto debole, l'ambientazione. L'idea di un mondo medievale tecnologicamente avanzato è interessante, e permette svolte narrative affascinanti, ma manca una logica e una coerenza interna che permetta al mondo di "Nimona" di essere credibile.
Ciononostante ho trovato questo fumetto una delle letture più originali e coinvolgenti degli ultimi anni.

"Nimona" is a comic by Noelle Stevenson created in 2012 as webcomic and then published as a volume by 2015 by HarperCollins. There is also an audiobook released in 2016. 20th Century Fox Animation and Blue Sky Studios bought its rights and in 2020 they want to release an animated film.
The comic takes place in a fantastic world that is a kind of hyper-technological Middle Ages.
The protagonist is Nimona, a girl whose greatest wish is to become the sidekick of Lord Ballister Blackheart, the supervillain of the kingdom, fought by the Institution, a government authority, in particular by the beautiful knight Ambrosius Goldenloin.
But nothing is as it seems... especially the protagonist, who is a shapeshifter.
The main characters have deep and constantly evolving psychologies and in particular Nimona is an original and well-characterized character. Among the minor characters there are some that are a bit flat, like the head of the institution, or less believable, as the doctor, but in general they are all well written.
The cornersone of the narration is the relationship between the characters. Once again the most interesting are those between the three main characters, which are extremely engaging and fascinating. It is particularly interesting that the protagonist is not involved in any love story, and even the only one mentioned is quite interesting.
Despite the fact that I liked this comic very much, you can not overlook its weakness, the setting. The idea of ​​a technologically advanced medieval world is interesting, and allows some fascinating ideas, but it lacks the logic and consistency that would have allowed the world of "Nimona" to be credible.
Nevertheless, I found this comic one of the most original and engaging readings in the recent years.

Another day in the shire

Collana/Necklace: regalo/present
Maglietta/Teeregalo, wishloot/present, wishloot
Pantaloni/Trousersusati, mercato di via Valvassori Peroni, Milano, tinti da me/used, Valvassori Peroni Street open air market, Milan, dyed by me (3€)
Scarpe/ShoesAlcott (8€ on sale)

lunedì 16 ottobre 2017

MIX Markt - Alimentari dai Paesi dell'Est Europa (Milano)

Qualche tempo fa sono stata da MIX Markt, un negozio in Via Chavez 2 (angolo via Leoncavallo) a Milano, che vede alimentari e oggettistica russa e di altri paesi dell'Est Europa.
Ho comprato: aceto bianco a 0,99€, preparato di uova di capelin a 2,99€, preparato di uova di capelin con gamberetti a 2,20€, spratti fritti in olio con cipolla a 1,59€, sardine atlantiche in passata di pomodoro a 1,30€, birra all'amarena a 1,19€, birra al lampone a 1,19€.
Mia madre mi ha regalato anche un patè di merluzzo, uno pollo e funghi, uno pollo e pepe verde e uno di anatra e uno di oca. Costavano tutti intorno all'euro.
C'era anche un reparto di cosmetici e prodotti da bagno molto interessante, ma privo di spiegazioni che andassero oltre al tipo di prodotto (su tutti i prodotti del supermercato però c'era un cartellino con nome del prodotto e composizione in italiano). Sono stata molto tentata anche dai libri per bambini.
Le due birre erano un mix di birra e succo di frutta. Mi è piaciuta moltissimo quella all'amarena perché i due sapori erano chiaramente percepibili e in armonia fra loro, mentre ho trovato quella al lampone troppo delicata.
I patè al pollo mi sono piaciuti entrambi, ma in quello ai funghi i funghi si sentivano poco e in quello al pepe il pepe si sentiva anche troppo.
Il paté d'anatra era buono, ma non speciale come speravo, assomigliava molto a quelli di pollo, ma senza aromi. D'altronde un quarto era carne di pollo. Il paté d'oca è equivalente come composizione, ma l'ho trovato molto più saporito.
Dei due preparati con uova di capelin ho preferito quello ai gamberetti perché l'originale era un po' dolciastro. Il sapore di quello ai gamberetti e la consistenza di entrambi (una crema con dentro uova di pesce) mi ha ricordato la taramosalada greca e la tarama israeliana, che adoro.
Le sardine in passata di pomodoro erano deliziose, erano tagliate a rondelle, si scioglievano in bocca ed erano immerse in un sugo delicato e allo stesso tempo saporito. Bisognava giusto fare attenzione alle lische.
Anche gli spratti alle cipolle si scioglievano in bocca. Le cipolle non si sentivano tantissimo. La controindicazione è che avevano ancora le teste, cosa che a me fa un po' impressione.
Ammetto invece che ho usato l'aceto bianco solo come sostituto per l'ammorbidente in lavatrice.
Mia madre ha anche provato il caviale di trota, ma ha detto che era troppo saporito per i suoi gusti.
Questo negozio è stato una scoperta interessantissima e non vedo l'ora di tornarci per fare altri acquisti! Si possono anche fare acquisti online, ma purtroppo le spese di spedizione sono alte.
Per ulteriori informazioni vi rimando al sito ufficiale: http://www.euromixshop.it/it/

Anna dai capelli rossi/Anne of Green Gables

Cardigan: H&M young (5€ on sale)
Cintura/Belt: usata/used
Vestito/Dressfiera dell'artigianato di Milano, modificato da me/artisan fair of Milan, altered by me (5€)
Calzamaglie/Tights: Sangiacomomercato di via Papiniano, Milano/Sangiacomo, Papiniano street market, Milan (3x5€)
Scarpe/ShoesPrimark (10£)

venerdì 13 ottobre 2017

Japanese Streetstyle

Apriamo questa nuova sempre più rara rassegna di streetstyle giapponese con i miei kimono preferiti.

We open this new rarer and rarer review of Japanese streetstyle with my favorite kimonos.

Il gotico ultimamente ha perso un po' di fascino per me, ma questi outfit mi piacciono molto.

Gothic style lately lost a bit of charm for me, but I like a lot these outfits.

Adoro i vestiti coordinati, non posso farci niente.

I love coordinated clothes, I can't help it.

Ultimamente gli stili super retrò, anche quelli esagerati da hipster mi piacciono un sacco.

Lately I like a lot super-retro styles, even the super exaggerated hipster ones.

Come succede ultimamente, i miei outfit preferiti dello streetstyle giapponese sono quelli bianchi e neri, con giusto un tocco di colore.


As happens lately, my favorite Japanese streetstyle outfits are the white and black ones, with just a touch of color.

Come al solito adoro gli accessori giapponesi!

As usual I love japanese accessories!

Le immagini di questo post vengono da/This post images came from:

Beige and blue

Cardigan: swappato/swapped
Vestito/Dress: Terranova, present (6€ on sale)
Calzamaglie/Tights: mercato di via Strozzi, Milano/Strozzi street market, Milan (1,70€)
Stivali/BootsKiabi (10€ on sale)

giovedì 12 ottobre 2017

L'inganno/The Beguiled

"L'inganno" (The Beguiled) è un film del 2017 scritto e diretto da Sofia Coppola e ispirato in parte al romanzo del 1966 "A Painted Devil" di Thomas P. Cullinan, e in parte al precedente adattamento cinematografico di Don Siegel, "La notte brava del soldato Jonathan" (The Beguiled), del 1971.
Il film è ambientato nel sud degli U.S.A. durante la  Guerra di Secessione, in un collegio femminile in cui sono rimaste solo 9 donne, comprese la direttrice e la maestra, che conducono una vita quanto più possibile isolata per paura delle violenze della guerra.
Il delicato equilibrio si altera quando una delle ragazze trova un soldato nordista ferito nel bosco e lo porta al collegio per curarlo.
Com'è tipico della Coppola, il focus è un microcosmo femminile claustrofobico. Per effetto dell'intrusione esterna, sotto alla facciata di buone maniere dei personaggi femminili, emerge un'acuta analisi psicologica. I personaggi sono incapsulati nell'oggi, di loro si intuiscono problematiche antecedenti che però non vengono per niente sviluppate. Se da una parte è un peccato, dall'altra aumenta l'alone onirico che avvolge la vicenda.
Il film ha un cast di star: Colin Farrell, Nicole Kidman, Kirsten Dunst, Elle Fanning. La recitazione in generale è ottima (sono riuscita a trovare a tratti sexy perfino Farrel che non è per niente il mio tipo), la Kidman è molto al di sopra delle sue ultime prove che ho visto, ma ho trovato la Dunst (che in genere adoro) meno brava del solito, tanto che le azioni del suo personaggio sul finale non trovano abbastanza giustificazioni rispetto alla sua caratterizzazione precedente.
La fotografia è magnifica, varrebbe la pena vedere il film anche solo per quella: ogni fermo immagine è un quadro, l'uso della luce è pittorico e spettacolare.
Ho adorato anche i costumi, per fortuna è un periodo in cui non ho tempo né soldi, se no mi sarei lanciata a caccia di mussoline bianche sull'onda dell'entusiasmo.
Ho adorato questo film, in particolare per l'empowerment femminile che trasmette (mentre i masculi che erano con me al cinema hanno percepito una sorta di castrazione) e perché l'ho trovato di grande ispirazione a livello artistico. Lo consiglio senz'altro! A questo punto mi è venuta voglia di vedere la versione del 1971 e magari anche di leggere il romanzo.

"The Beguiled" is a 2017 film written and directed by Sofia Coppola and inspired partly by the 1966 novel "A Painted Devil" by Thomas P. Cullinan and partly by Don Siegel's earlier adaptation (The Beguiled) of 1971.
The film is set in the South of the U.S.A. during the Secession War, in a girl's school where remain only 9 women, including the director and the teacher, conducting a life as isolated as possible fearing the violences of the war.
This delicate balance is altered when one of the girls finds a wounded Unionis soldier in the woods and takes him to the college to nurse him.
As is typical of Coppola, the focus is a claustrophobic feminine microcosm. As a result of the external intrusion, beneath the façade of good manners of the female characters, emerges an acute psychological analysis. The characters are encapsulated in the present, so the previous issues that influenced their personality and relations can be percieved, but are not developed at all. While on the one hand it is a pity, on the other it heightens the oniric feel of the story.
The movie has a cast of stars: Colin Farrell, Nicole Kidman, Kirsten Dunst, Elle Fanning. The acting in general is great (at times I found sexy even Farrel who is not my type at all), Kidman is far above the last films I've seen, but I found Dunst (who usually I love) not good as usual, to the point that her character's action in the ending don't find enough justification in her previous characterization.
The photography is magnificent, it would be worth seeing the film just for that: every still image is a painting, the use of light is pictorial and spectacular.
I also fell in love with the costumes, fortunately it is a period I don't have much time or money, if not I would have gone out hunting for white muslin on the wave of enthusiasm.
I loved this movie, especially for the female empowerment it shows (while the males who were with me in the cinema perceived a kind of castration) and because I found it a great artistic inspiration. I would definitely recommend it! At this point I want to see the 1971 version and maybe even read the novel.

Nerdy

Maglietta/TeePrimark (7€)
Scarpe/ShoesAlcott (8€ on sale)

mercoledì 11 ottobre 2017

Barbacoa (Milano)

Per il nostro matrimonio, io e la Pelosa Metà, fra gli altri regali, abbiamo ricevuto un buono per andare a mangiare da Barbacoa, una churrascaria (cioè un ristorante brasiliano specializzato in carne) nominata Michelin che si trova in via delle Abbadesse 30, a Milano.
E' sostanzialmente un lussuosissimo all you can eat. Al tavolo viene portato un cestino con pane e degli antipasti caldi (che vengono riportati ogni volta che finiscono). Al centro della sala c'è un buffet carico di delizie brasiliane e italiane a cui ci si può servire illimitatamente. Fra il resto ci sono tartare, frijolada, formaggi, insalate. A inizio pasto viene dato un gettone che, quando si ha finito con il buffet, va girato perché i camerieri comincino a portare la carne.

La carne è di qualità elevatissima. I camerieri passano incessantemente a offrire fette di vari tagli e di vari tipi di carne, soprattutto manzo, ma anche maiale, agnello e pollo. La mia preferita è stata il filetto. Abbiamo accompagnato la carne con un ottimo rosso.
I camerieri servono anche contorni come patatine fritte, bastoncini di polenta fritta e altro. Per interrompere il flusso continuo di cibo bisogna girare di nuovo il gettone.

I dolci sono esotici e buonissimi. Abbiamo provato un dolce al cocco e frutti rossi e un tris di sorbetti alla frutta esotica. Abbiamo anche provato la caipirinha che era ottima.

Al momento del caffè, ci è stato servito con dei cioccolatini e dei dolci deliziosi, probabilmente al cocco.

Nonostante sia di fatto un all you can eat, si tratta di un ristorante lussuoso, con camerieri in giacca e cravatta. Quando ci siamo andati noi, i clienti avevano uno stile semi informale, quindi conviene andarci un po' in tiro.
E' delizioso e se vi piace la carne è una specie di paradiso. Ve lo consiglio con l'avvertenza che la cifra minima che si può spendere è 40€.

Deep burgundy

Sciarpa/Scarf: negozio dell'usato in Repubblica Ceca/second hand shop in Czech Republic (1€)
Collana/Necklacefatti io/selfmade
Cardigan: usato (mamma)/used (mum)
Vestito/Dressswappato/swapped
Calzamaglie/Tights: Primark (2€)
Scarpe/ShoesAlcott (8€ on sale)
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...